L’Architettura, in quanto espressione visibile della civiltà, deve scaturire dall’intuizione pratica, funzionale, economica ed estetica della costruzione intesa, questa, come concreto soggetto aggregato e aggregante che genera e qualifica società, città e metropoli.
Un insieme di composito, di pratico, di bello e d'armonia attuato per una proiezione utile che si integra con la natura dei luoghi e le caratteristiche d'ambiente, costituendo il fondamento dell'invenzione progettuale tendente all'intuizione più adatta capace di dare successo alla nuova scelta costruita.

tratto da “il Manifesto dell’Architettura Avanzata” – Arch. Alessandro Giorgi